Gli impianti di riscaldamento che sfruttano l’azione di processi di combustione che vanno proprio a bruciare materiali come legna, pellet e altro per produrre calore, sono tra i più diffusi e popolari. Questo principalmente perchè si tratta di impianti che di solito non richiedono lavori eccessivi di installazione ma anche perchè si tratta di metodi di riscaldamento che magari risultano più economici dell’utilizzo del gas metano. Questi impianti quindi sono ideali per tutti coloro che vogliono risparmiare qualcosina a lungo andare sulle spese di riscaldamento. Ma, tutti gli impianti che prevedono processi di combustione vanno a produrre un certo elemento che , se trascurato, potrebbe causare seri danni alla stufa o al caminetto. Stiamo parlando ovviamente della cenere. La cenere che deriva dai processi combustione potrebbe infatti andare ad intasare tutto l’impianto di riscaldamento; infatti, ogni volta che accendete e utilizzate l’impianto, questo andrà a produrre della cenere che si depositerà all’interno della stufa o del camino che possedete. Se non provvedete ad una pulizia regolare dell’impianto, pulizia che ha lo scopo principale di liberarlo dalla presenza della cenere in eccesso, rischiereste di comprometterne il funzionamento. 

Ecco perchè sono stati progettati gli aspiracenere, strumenti ideati proprio per andare ad aspirare tutta la cenere che potrebbe accumularsi nei vostri impianti di riscaldamento a combustione.

Per valutare i diversi modelli di aspiracenere in commercio, ma sopratutto per capire quale potrebbe essere il più adatto alle vostre esigenze e quali sono le caratteristiche da valutare prima dell’acquisto, potete consultare la guida che trovate su questo sito Miglioreaspiracenere.it.

Gli aspiracenere sono realizzati in modo da andare ad aspirare in maniera davvero precisa tutta la cenere, e sopratutto lo fanno evitando del tutto qualsiasi tipo di dispersione dell’aria delle micro particelle di cenere. 

La frequenza con cui dovreste utilizzare questi strumenti per ripulire i vostri impianti è risaputa: vanno puliti ogni volta che li utilizzare. Quindi per esempio, durante il periodo invernale quando li accendete tutti i giorni, dovrete provvedere alla pulizia tutti i giorni e prima di riutilizzarli. In questo modo avrete la certezza di garantire la maggior durata possibile ai vostri impianti di riscaldamento.

27 novembre 2019